Mario Del Pero

MILLENNIAL CANDIDATE

Mi era già capitato di scriverne (https://mariodelpero.italianieuropei.it/2018/09/south-bend-indiana/). Oggettivamente limitate sono le possibilità che esca dal pack e – se si ripeterà, come presumibile, il modello delle primarie repubblicane del 2015-16 – possa accedere ai dibattiti televisivi riservati ai primi dieci nei sondaggi, anche se dispone indubbiamente di ottima stampa (per alcuni esempi: https://www.washingtonpost.com/news/magazine/wp/2019/01/14/feature/could-pete-buttigieg-become-the-first-millennial-president/?utm_term=.e802fb349670; https://www.theatlantic.com/politics/archive/2019/01/buttigieg-announces-his-run-presidency/580984/; https://www.newyorker.com/news/the-political-scene/pete-buttigiegs-quiet-rebellion; https://www.nytimes.com/2019/01/24/opinion/pete-buttigieg-2020-election.html; https://www.washingtonpost.com/outlook/can-a-midwestern-mayor-prove-hes-ready-for-the-presidency/2019/02/28/08c9e8da-33b5-11e9-854a-7a14d7fec96a_story.html?utm_term=.3d023727023c). E però Pete Buttigieg è figura davvero interessante. Non solo e non primariamente per un curriculum tanto eterodosso quanto impressionante (Harvard; Rhodes a Oxford; McKinsey; Veterano dell’Afghanistan; Gay; Sindaco di una di quelle città della rustbelt postindustriale – South Bend, Indiana – che tutti danno per defunte e che, sotto la sua guida, sembra essere riuscita a rinascere), quanto per la sofisticatezza e il rigore che porta alla discussione politica, anche quella che avviene nei tempi ristretti di programmi d’intrattenimento della tv generalista (per un esempio: https://www.youtube.com/watch?v=PI6IbymfkX8). Denuncia l’anacronismo poco democratico del collegio elettorale (giusto, ma su quello non farà molta strada) e per giustificare la propria candidatura offre una lettura generazionale che rifugge però il conflitto intergenerazionale: per la nostra generazione, dice il 37enne Buttigieg, i problemi sono “più diretti e personali”: “Se hai la mia età o sei più giovane, ti trovavi alla high school quando le stragi con armi da fuoco (school shootings) avvenivano; dovrai confrontarti in modo preciso e specifico con gli effetti del cambiamento climatico durante tutta la tua vita adulta; con le conseguenze dei tagli alle tasse e degli effetti sul debito; quasi certamente questa sarà la prima generazione che guadagnerà meno dei propri genitori; e questa generazione è quella che ha fornito le truppe alle guerre del dopo 11 settembre ed ha subito più di tutti le conseguenze di queste guerre”. Tra le gemme della sua biografia, il padre maltese e docente a Notre Dame Joseph Buttigieg, che molti di noi hanno conosciuto come traduttore dei Quaderni dal Carcere per Columbia UP e come fondatore e presidente della International Gramsci Society

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.